Bosco Mobile


I prototipi di mobili per l’asilo presentati ad Ecomade comprendono il tavolo da lavoro, la sedia polifunzionale e la struttura “spogliatoio”, con scaffale libreria e contenitore.
Il legno, proveniente dalle foreste della Val d’Intelvi, certificate PEFC e gestite dal Consorzio Forestale Lario Intelvese, è stato utilizzato dai progettisti e dagli artigiani di Progetto Lissone, distante 60 Km, per realizzare dei mobili d’arredo innovativi per i bambini della scuola primaria.
I benefici di questa sperimentazione sono molteplici: riduzione delle emissioni di CO2 e di inquinanti dovuti al trasporto del legname; concentrazione delle attività di trasformazione della materia in una unica realtà territoriale in grado di assicurare il ciclo completo dalla progettazione alla finitura dei manufatti; realizzazione di un pannello di massello tri-strato che permette di razionalizzare la materia prima disponibile, diminuendo gli scarti e riducendo drasticamente la presenza di colle, benché le colle utilizzate siano a base di resine in dispersione acquosa certificate in una linea eco. Inoltre, i prodotti sono prevalentemente mono-materici e particolare attenzione è stata posta ai componenti strutturali dei singoli manufatti in modo da consentire agevolmente la riparazione o sostituzione dei singoli pezzi. In virtù dello stesso principio la disassemblabilità a fine vita si presenta agevole e di facile razionalizzazione la selezione dei materiali da avviare ad una fase di riciclo. Infine, la verniciatura a protezione del legno è esente da solventi e di finitura trasparente per valorizzare l' aspetto naturale del legno.
Questi prototipi sono solo uno dei risultati del primo anno del progetto di ricerca Bosco Mobile, che ha lo scopo di valutare la sostenibilità della filiera corta lombarda legno – arredo.